lunedì 29 dicembre 2008

UNA ROSA DI NOME NATHAN



Ciao sono la mamma di Nathan, un bimbo volato via a causa di una crudele SMA1 (Atrofia Muscolare Spinale di tipo 1).
Ho voluto creare questo Blog per dare uno spazio di sfogo a tutte le mamme degli angeli... quei bimbi scomparsi o che soffrono a causa delle malattie spesso definite rare. Perchè nessuna mamma si senta sola davanti alle diagnosi, alle incertezze, all'ignoranza e a dover affrontare improvvisamente simili mostri....Solo intrecciando la nostra rete di fili invisibili riusciremo a fare qualcosa...
Se vi va raccontatemi le vostre storie...Vi aspetto...
La mamma di Nathan
mail: nathan.j@libero.it



Così scrive Daniela, mamma di Nathan, per presentare il suo blog.
La sua storia è una di quelle che ti lasciano il segno, che ti cambiano irrimediabilmente e non possono che renderti migliore e darti quella forza che a volte ti viene a mancare.
Leggendo i vari post cresce la meraviglia ammirata per questa donna, che ha trasformato il dolore più grande che possa capitarti in un potente motore,per aiutare altre mamme e per non dimenticare ogni piccolo angelo, come Nathan.
Daniela ha inaugurato un progetto educativo, raccoglie fondi per la ricerca sulla malattia, segue le famiglie, si adopera per fornire tutte le informazioni utili, affinchè i genitori e i loro bambini affrontino al meglio del meglio il loro percorso.E si adopera perchè questa malattia, sebbene rara, non rimanga un macigno esclusivo sulle spalle dei genitori: sul suo blog c'è tutto, io non saprei dire meglio.
Oggi per Daniela è un giorno particolare, ma spero che ogni mamma le sia vicina (oggi e sempre) come lei lo è per tante. Oggi spero ci sia il sole. Forza e un grande abbraccio!
La storia di Daniela parla da sola e tutti dovrebbero conoscerla.
Eccola qui.

4 commenti:

mresciani ha detto...

Senza fiato....resti bloccato...questa storia è veramente commovente. Ma poi il coraggio di questa mamma di aiutare gli altri genitori la trova veramente grande.

Anonimo ha detto...

Sono rimasta senza parole.
TIME OUT Dani

Anonimo ha detto...

Che emozioni suscita leggere la storia di questa mamma.
Enza

Anonimo ha detto...

Sono una mamma di una bambina affetta da una pattologia rara molto grave. La mia bambina ha tre anni ma ha già conosciuto molta sofferenza, i dott mi hanno detto che non camminerà non parlerà e non potrebbe arrivare al quinto anno di età, ma io credo in mia figlia ogni giorno mi stupisce con una cosa nuova, non smetterò mai di sperare e di lottare per lei leggendo questa storia mi hai dato un grande coraggio sei una mamma speciale, un esempio per tutte noi!